Parliamo di assicurazioni e di rischi nell’impresa con ALICE BENEDETTI, Ufficio Consulenze Assicurative della BCC

Quali vantaggi garantisce il contratto di assicurazione alle imprese?
Lo scopo dell’impresa è creare valore. Ovvero l’imprenditore deve guadagnare dalla propria attività e la strada per raggiungere i vantaggi competitivi necessari è spesso travagliata da eventi che possono compromettere il futuro dell’impresa.
L’effetto del contratto di assicurazione si colloca in questo frangente, ovvero nel momento di maggiore vulnerabilità dell’impresa e la aiuta ad essere più resiliente quindi maggiormente capace di sopportare una condizione negativa e ritornare nel più breve tempo possibile nella condizione ottimale per riprendere il business.

L’imprenditore a che rischi può andare incontro?
I risultati di una attività imprenditoriale possono essere compromessi da fattori non facilmente controllabili derivanti da cause esterne come la concorrenza, le restrizioni creditizie o eventi accidentali oppure da cause interne all’azienda, come risorse finanziarie insufficienti o, anche in questo caso, eventi accidentali. Porto dei dati: in Italia il 20% delle PMI è soggetto ad eventi accidentali “disastrosi“ ogni 5 anni. Di queste il 43 % non si è risollevato e il 29 % ha chiuso nei tre anni successivi.

Quali sono i rischi per cui è importante assicurarsi, allora?
Questo dipende dalle peculiarità dell’impresa. In commercio vi sono proposte assicurative multigaranzia che, in un unico prodotto, racchiudono un’ampia gamma di garanzie assicurative. Dall’importantissima RCT alle garanzie Incendio e Furto per esempio. Partendo dall’analisi dei rischi l’imprenditore dovrà fare una pianificazione finanziaria per avere a disposizione capitale in caso di evento dannoso. Si può rispondere a tale esigenza attraverso un contratto assicurativo in grado di ridurre al minimo l’impatto di quei rischi che l’imprenditore dovrebbe essere più o meno consapevole di correre. Questo è il trasferimento assicurativo del rischio che in termini generali si può tradurre nel trasferimento all’assicuratore di quei rischi ritenuti troppo grandi attinenti al patrimonio aziendale (incendio locali e macchinari da lavoro) e alla responsabilità civile terzi e dipendenti.

Un suggerimento fondamentale?
Prevenire. Lo si può fare, con misure di tipo strutturale e organizzativo. Questo è un punto di partenza importante nel rapporto tra assicurato e assicuratore che si pongono l’obiettivo comune di ridurre le probabilità e la gravità di eventi negativi.
Lo scopo della consulenza assicurativa è quello di affiancare il cliente nell’esatta individuazione dei rischi per poter presentare un prodotto adeguato alle esigenze dell’impresa.