Ecco come si crea una nuova produzione

Fonte: Che Futuro!

L’annuncio di Foxconn di aver rimpiazzato 60.000 lavoratori con tecnologia in grado di replicare le attività necessarie ad assemblare uno smartphone o un computer è l’ultimo segnale, in ordine cronologico, di una lunga lista. Nuove macchine e tecnologia digitale stanno conquistando spazi importanti nella manifattura. Non mancheranno lavori alternativi per gli umani, ci dice la stampa specializzata: i servizi, dalla programmazione all’assistenza agli anziani, offriranno opportunità per i giovani che oggi si affacciano nel mondo del lavoro.

Ma è proprio così che deve andare? Non necessariamente. E l’Italia potrebbe essere un laboratorio interessante per scenari alternativi. Nel nostro Paese le nuove tecnologie della manifattura digitale, dal robot alla stampante 3D, stanno conoscendo un certo successo presso un plotone di piccole e medie imprese che già oggi li utilizza in modo diverso. Più che sfruttare le tecnologie per rendere più efficienti produzioni di tipo seriale, una nuova generazione di artigiani tecnologicamente all’avanguardia sfrutta le nuove opportunità del digitale per espandere la capacità creativa di chi lavora. Invece di perseguire le tradizionali economie di scala tipiche di produzioni seriali, questi produttori del nuovo Made in Italy hanno imparato a prosperare proponendo varietà di prodotti e logiche di personalizzazione… leggi tutto